beta-bloccanti: fanno causare aumento di peso?

Sì. L’aumento di peso può verificarsi come un effetto collaterale di alcuni beta-bloccanti, in particolare quelli più anziani, come ad esempio atenololo (Tenormin) e metoprololo (Lopressor, Toprol-XL). Il guadagno medio di peso non è più di 4 libbre (circa 2 kg).

beta-bloccanti più recenti, come carvedilolo (Coreg), di solito non causano aumento di peso come effetto collaterale. Il peso può salire nelle prime settimane di assunzione del beta-bloccante e poi si stabilizza in generale.

Tuttavia, i beta-bloccanti che possono causare un aumento di peso di solito non sono prescritti a meno che altri farmaci non hanno funzionato, o se si dispone di una condizione di cuore specifico che richiede di prendere quei farmaci.

I beta-bloccanti sono usati per trattare una serie di condizioni, tra cui l’ipertensione, insufficienza cardiaca, l’emicrania, il glaucoma e l’ansia. I medici non sono sicuri esattamente perché alcuni beta-bloccanti causano aumento di peso. Potrebbe essere che i beta-bloccanti rallentano il metabolismo.

Inoltre, se si passa da prendere una pillola acqua (diuretico) ad un beta-bloccante come trattamento per la pressione alta, si può guadagnare qualche chilo di peso che il diuretico tenuto fuori.

Se stai prendendo un beta-bloccante per l’insufficienza cardiaca, informi immediatamente il medico se si inizia a guadagnare più di 3 o 4 libbre (circa 1,5 a 2 kg), in particolare se l’aumento di peso continua oltre la prima settimana di assunzione del farmaco. Questo potrebbe significare che il fluido sta costruendo nelle gambe, addome o al torace, che possono segnalare che il tuo insufficienza cardiaca sta peggiorando.

Con

visitare il vostro medico