farmaci per la pressione del sangue: possono crescere i miei trigliceridi?

Sì, alcuni farmaci per la pressione arteriosa possono influenzare i livelli di trigliceridi e di colesterolo.

Idroclorotiazide è comunemente prescritti per la pressione alta. E ‘da una classe di farmaci chiamati diuretici, più comunemente chiamato pillole dell’acqua. Alte dosi – 50 mg o più – di alcuni diuretici, come l’idroclorotiazide, possono aumentare temporaneamente il lipoproteine ​​a bassa densità (LDL, o “cattivo”) colesterolo e trigliceridi.

La buona notizia è che l’aumento del colesterolo LDL e dei trigliceridi di solito ritorna alla normalità entro un anno a partire questi farmaci. E, gli effetti lievi il farmaco è sul colesterolo e trigliceridi non superano i benefici di ridurre la pressione sanguigna. Piccole dosi di idroclorotiazide di solito non causano un aumento del colesterolo e dei trigliceridi.

beta-bloccanti più vecchi, come il propranololo (Inderal, Innopran XL), atenololo (Tenormin) e metoprololo (Lopressor, Toprol-XL), in grado di aumentare leggermente i trigliceridi e diminuire lipoproteine ​​ad alta densità (HDL, o “buono”) colesterolo. In genere questo si verifica nelle persone che hanno un gruppo di condizioni (sindrome metabolica) che include

beta-bloccanti più recenti, come carvedilolo (Coreg) e nebivololo (Bystolic), hanno meno probabilità di influenzare i livelli di colesterolo.

I vecchi farmaci beta bloccanti che possono influenzare i livelli di colesterolo di solito non sarà uno dei primi farmaci si è dato come trattamento per la pressione alta. Ma, più anziani farmaci beta bloccanti sono utili in situazioni specifiche, come la prevenzione delle malattie cardiache ricorrente o degli scompensi cardiaci. In alcuni casi, vecchie beta-bloccanti possono essere utili nel trattamento di persone con un alto rischio di malattie cardiovascolari o le persone che hanno emicranie.

Se siete preoccupati per l’aumento dei livelli di trigliceridi, si rivolga al medico su come apportare modifiche alla vostra dieta e esercizio di routine. Non smettere di prendere i farmaci prescritti senza aver prima parlato con il medico.

Con

visitare il vostro medico