impianto della protesi mammaria per la ricostruzione del seno

Le protesi mammarie sono un modo per ricreare la forma di un seno dopo parte o tutto il seno viene rimosso (mastectomia) a causa del cancro.

La ricostruzione del seno di solito prende più di un intervento chirurgico. A volte un impianto viene inserito durante lo stesso intervento chirurgico come mastectomia. Il capezzolo e l’area circostante marrone (areola) vengono creati in un secondo momento. Ma spesso il medico primo luogo un palloncino (espansore tissutale) sotto il muscolo pettorale. Saline viene aggiunto al palloncino ogni 1 o 2 settimane per aiutare allungare la pelle ei muscoli. Questa operazione potrebbe richiedere diversi mesi. Quando viene raggiunta la dimensione giusta, il pallone viene estratto e l’impianto viene messo in.

chirurgia implantare è fatto da un chirurgo plastico. Il chirurgo al seno che fa il tuo mastectomia si può fare riferimento a un chirurgo plastico con una formazione specifica nella ricostruzione del seno.

Potrete incontrare con il chirurgo plastico prima della mastectomia per discutere la procedura migliore per voi. Il chirurgo può mostrare le immagini di altre donne che hanno avuto protesi dopo mastectomia. Si può chiedere di parlare con le donne che hanno avuto l’intervento chirurgico.

Prima di avere questa chirurgia o di qualsiasi altro intervento chirurgico, si consiglia di vedere un altro chirurgo per avere un secondo parere.

chirurgia implantare al seno di solito è fatto in anestesia generale, in modo da dormire durante la procedura. Quando ti svegli da un intervento chirurgico, si avrà bende sui siti di chirurgia, e si può indossare un reggiseno speciale che contiene le bende sul posto. Potrebbe essere tubi di drenaggio per la raccolta del liquido e tenerlo da costruire intorno al sito chirurgico.

Se l’impianto è stato collocato allo stesso tempo come la mastectomia, si può rimanere in ospedale per 2 o 3 giorni. Se l’impianto è posto in seguito, si sarà probabilmente in grado di tornare a casa il giorno stesso.

La maggior parte delle donne hanno dolore, rossore e gonfiore del seno dopo l’intervento chirurgico di impianto. Potrebbe essere necessario medicina del dolore per una settimana o due. Il medico vi darà istruzioni su come cura per il vostro incisione. Il medico può anche prescrivere antibiotici per prevenire l’infezione.

Si può essere in grado di tornare al lavoro o la vostra normale routine in 3 a 6 settimane o più presto. La maggior parte delle donne hanno bisogno di evitare attività faticose per diverse settimane.

chirurgia implantare al seno può essere fatto per ripristinare l’aspetto di un seno dopo mastectomia. Può anche essere fatto per le donne che hanno problemi con lo sviluppo del seno.

La ricostruzione del seno può aiutare una donna a sentirsi meglio con il suo aspetto. Alcune donne dicono che li aiuta a sentirsi meglio con il proprio corpo, più vivo, femminili, e sessuali, e più felice della vita.

contrattura capsulare. Essa si verifica quando il tessuto cicatriziale intorno alla protesi si indurisce e comincia a spremere l’impianto. La chirurgia può essere necessaria per rimuovere il tessuto cicatriziale o sostituire l’impianto; Cambiamenti nella dell’impianto. Normale attività o una lesione al seno possono danneggiare l’impianto, provocando la fuoriuscita, sgonfiare, o rottura. Nel corso del tempo, l’impianto può indurirsi, sviluppare increspature, la posizione spostare o cambiare forma. La chirurgia può essere necessaria per rimuovere l’impianto e sostituirlo se uno qualsiasi di questi cambiamenti si verificano; I risultati che non guardano perfetta; seni irregolare. Seno con protesi non abbassamento con l’età come i seni naturali. Questo potrebbe essere un problema se vi è solo un impianto di protesi mammarie; Le protesi al silicone che perdita. Le protesi al silicone possono fuoriuscire all’interno del corpo senza causare alcun sintomo.

Sono obesi; Avere la pressione alta; Hanno il diabete; Fumo; Sono in cattive condizioni di salute.

Le protesi mammarie funzionano meglio per le donne che hanno il seno piccolo (A o B tazza) o per le donne che hanno entrambi i seni rimossi (mastectomia bilaterale).

Rispetto al lembo chirurgia dei tessuti per la ricostruzione del seno, protesi al seno richiede un intervento chirurgico più corta e ha un tempo di recupero più rapido.

Una protesi mammaria sarà probabilmente bisogno di essere sostituito a un certo punto. Alcuni impianti sono durati 20 a 30 anni, ma che non è comune. Questo significa che un giorno si avrà probabilmente bisogno di avere un intervento chirurgico per sostituire l’impianto.

Molti dei rischi connessi con la ricostruzione del seno sono gli stessi di quelli per qualsiasi intervento chirurgico: l’infezione, la guarigione delle ferite, emorragia, o una reazione all’anestesia utilizzato in chirurgia.

Altri rischi di protesi mammarie sono

Alcune donne sono a maggior rischio di problemi da un intervento chirurgico. Questo include donne che

E ‘importante sapere che il tuo seno un aspetto diverso dopo l’intervento chirurgico. Il tuo nuovo seno può sentirsi più solida e guardare più rotondo o piatta rispetto l’altro seno. Alcune donne hanno un intervento chirurgico d’altra seno per farli sembrare il più simili possibile. Altre donne trovano che indossa un reggiseno nasconde le differenze.

Le incisioni saranno lasciare cicatrici sul seno. Questi sbiadiscono con il tempo. Il chirurgo cercherà di fare incisioni che lasciano il minor numero possibile di cicatrici.

La statunitense Food and Drug Administration (FDA) controlla la sicurezza delle protesi mammarie. La FDA riferisce che entrambe le protesi mammarie saline- e silicio-riempita sembrano essere al sicuro.

Se avete l’assicurazione che copriva la mastectomia, sarà probabilmente coprire anche la ricostruzione. Controllare con la vostra compagnia di assicurazione per scoprire quali saranno i costi. Se state pensando di un impianto di silicone, si vuole scoprire se la vostra assicurazione pagherà per il costo di risonanza magnetica di follow-up.

Compila il modulo informazioni chirurgia (PDF) (Che cosa è un documento PDF?) Per aiutare a preparare per questa chirurgia.

Sarah Marshall, MD – Famiglia Medicin; Douglas A. Stewart, MD – Oncologia Medica

14 novembre 2014